Ruolo strategico

STRATEGIA

“La musica è da sempre uno dei principali protagonisti della cultura napoletana e della Campania intera. Il nostro obiettivo è facilitare il lavoro di musicisti, operatori e imprenditori, con una visione strategica di settore che metta la musica al centro del sistema di economia culturale regionale.”

 

Con il nostro lavoro vogliamo attivare costantemente le migliori forze private e pubbliche, nessuna esclusa, con l’obiettivo di promuovere chi fa musica in Campania e il nostro territorio nel suo insieme.

La grande ricchezza di progetti artistici nel campo musicale, a Napoli e in Campania, ha spesso difficoltà ad attirare un’attenzione ampia, soprattutto perché sono frammentate le capacità organizzative e imprenditoriali in questo settore.

Da un lato orchestre, band, solisti e dall’altro etichette discografiche, organizzatori di eventi, sponsor, si trovano a lavorare all’interno di una filiera in cui ognuno fa quello che può, senza un interlocutore che faccia da punto di riferimento sull’intero territorio campano.

I progetti musicali che riguardano la musica classica, il jazz, il rock, il pop e le sperimentazioni si diffondono attraverso gli eventi live, i supporti tradizionali di registrazione e i canali digitali della rete ma è necessaria una visione strategica di settore, per rendere ancora più florida la nostra identità musicale, valorizzando sia la tradizione sia la crescita di giovani artisti.

La musica è arte, cultura, veicolo di bellezza e crescita della comunità ma è anche lavoro e impresa.

La musica si alimenta attraverso la progettazione, la capacità organizzativa e imprenditoriale del territorio ed è inoltre un importante incentivo al turismo culturale e alla crescita economica della Campania.L’obiettivo quindi è anche di colmare una chiara lacuna, ovvero la pressochè  totale assenza di flussi turistici in Campania collegati alla musica, così come la pressoché totale assenza, se non per eventi prevalentemente sporadici e senza una ricaduta reale, di valorizzazione dei beni culturali della Campania attraverso la musica.

 

Infatti si è assistito in questi anni ad una forte richiesta di musica (dal vivo con il proliferare di tutta una nuova serie di attività spesso piccole e piccolissime sparse su tutto il territorio nazionale, così come etichette discografiche e tutto il relativo indotto) nonché all’esigenza di effettuare una attività di valorizzazione, di circuitazione e di sviluppo delle migliori professionalità (produttive, dei promoter, tecniche ed artistiche) e delle proposte musicali che spesso per le caratteristiche stesse del mercato stentano a trovare la possibilità di potersi esibire dal vivo al di fuori dei propri circuiti spesso locali.

Un incrocio quindi fra “domanda” e “offerta” che riteniamo possa essere di grande beneficio soprattutto per le attività più giovani e tecnologiche.

 

E’ ovvio, necessario e fondamentale, quindi, fare sistema tra le imprese e le istituzioni culturali per incentivarne la crescita, sociale ed imprenditoriale del settore della musica, della discografia e del relativo indotto in senso lato per creare un substrato fertile adatto ed aperto a chiunque voglia realizzare progetti musicali come produzioni fonografiche, digitali, e live sul territorio.Trattandosi di un progetto significativamente strategico per il territorio, ferma la “forza dell’autonomia privata” esso è stato portato all’attenzione sia della Regione Campania, che si è mostrata molto interessata e con la quale è in essere una proficua collaborazione, sia del Comune di Napoli, con cui anche sta iniziando un proficuo dialogo.

La Campania è così la prima regione italiana ad essere dotata di un organismo del genere, per come composto e caratterizzato.Il progetto inoltre, per come è pensato, è proiettato anche nel mondo della formazione, e quindi del lavoro, con la possibilità di creare anche nuove figure professionali legate anche alle nuove tecnologie applicate alla filiera musicale, nonché per la diffusione della cultura dei diritti di autore, strumenti essenziali per il perdurare della produzione creativa di contenuti.


Facebook

AREA RISERVATA

Contatto rapido